Cos'è il bonus 2016

Bonus ristrutturazioni 2016 detrazione Irpef spese sostenute dal contribuente per interventi di restauro, manutenzione, messa in sicurezza dell'immobile. A seguito delle nuove disposizioni introdotte dalla nuova Legge di Stabilità 2016 i contribuenti possono usufruire delle seguenti detrazioni Irpef:50% delle spese sostenute pagate con bonifici effettuati dal 26 giugno 2012 al 31dicembre 2016, con un limite massimo di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare e bonus mobili e bonus acquisto elettrodomestici.65% delle spese effettuate fino al 31 dicembre 2016 per gli interventi di riqualificazione energetica con il cd. Ecobonus 2016. Bonus ristrutturazioni 2016:Ecobonus ristrutturazioni edili 2016: Per tutto il 2016 imprese e contribuenti potranno continuare ad utilizzare le detrazioni nel settore edilizio grazie alla Legge di Stabilità 2016. Il Ddl di Stabilità ha infatto previsto il prolungamento delle agevolazioni fiscali per l'edilizia.Le detrazioni su ristrutturazioni edilizie rimangono detraibili fino ad un massimo di 96mila euro con aliquota al 50% Irpef per chi svolge lavori di ristrutturazione edile mentre il Ecobonus riqualificazioni energetiche al 65%.Stesse modalità anche per il bonus mobili 2016e il bonus acquisto elettrodomestici che rimarrà fruibile per l'acquisto di frigoriferi, grandi elettrodomestici, cucine, forni, divani, arredo bagno solo se l’acquisto è diretta conseguenza di una ristrutturazione edilizia fino al 31 dicembre 2016. Ecobonus agevolazioni fiscali 2016:Ecobunus ristrutturazioni agevolazioni fiscali 2016: è una misura che prevede la possibilità di detrazione Irpef delle spese edili, se effettuate entro il 31 dicembre 2016, la detrazione Irpef spettante è pari al 50 per cento per un importo massimo di spesa di 96.000 euro, 65% per lavori atti al risparmio energetico e 50% sull’acquisto di mobili entro la soglia massima di 10.000 euro.A partire dal 1° gennaio 2017 l'ecobonus ristrutturazioni edili tornerà all'aliquota ordinaria del 36% per un limite di spesa pari a 48.000 euro.Per accedere all’agevolazione, le famiglie interessate, dovranno presentare opportuna documentazione di spesa, i cui pagamenti dovranno essere tracciati mediante bonifici bancari e postali.